Oggi parliamo di "pensieri inusuali". Questo perché, quando un gruppo di genitori si è trovato per decidere un ricordo di sentita riconoscenza da rivolgere agli insegnanti che per 5 anni hanno accompagnato i figli nel percorso scolastico della Primaria, il pensiero era di difficile soluzione. I genitori in questione siamo noi, che davanti ad una tazza di caffè, abbiamo conversato sull'argomento. Una delle belle cose della vita è anche la possibilità di fare i regali! Piccoli o grandi che siano, non ha importanza, ma quello che crea gioia è lo stupore che suscitano, sia in coloro che li ricevono che in coloro che contemplano la situazione di emozione! In tal senso ci siamo mossi. Un regalo che fosse gradito nel tempo, che avesse la possibilità di vivere e di donare a sua volta: emozione, bontà, freschezza! Ora ci direte "Ma insomma, vi decidete a svelarci di cosa si tratta?" Ebbene, quest'anno abbiamo donato, un albero di MELO! Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, con i fiori in tulle appesi e la targhetta con inciso il simbolo dell'infinito, creato, riproducendo i nomi dei bambini, della classe quinta B. L'ultimo giorno di scuola, alcuni di noi genitori, abbiamo piantato il melo (nel luogo indicato dal responsabile comunale del verde pubblico, geometra Augusto Ricci) ed alla presenza dei nostri cari insegnanti e dei bambini, abbiamo festeggiato, gustando prelibatezze, annaffiate da gioia ed allegria!!! I nostri figli intraprenderanno una nuova avventura scolastica, ringraziamo, con gratitudine, gli insegnanti della classe quinta B e speriamo che il melo, possa dare tanti buoni frutti, che contribuiranno a rendere, sempre più, la Scuola Segantini, un ambiente, nel quale educazione, cultura del verde e sensibilità verso la natura, siano, come si suol dire, un fiore all'occhiello!!!

I genitori della classe 5 B della Scuola Primaria Giovanni Segantini.